Vai al contenuto

Esodo

dicembre 16, 2015

10391798_1286648359708_3965778_n

stamattina alle sette un silenzio vertiginoso mi ha svegliato.
mi sono girato verso mia moglie. non c’era.
non era in cucina ne in nessun’altra stanza.
anche Camillo non c’era.
sono uscito sul balcone. strada deserta. solo un giornale spinto dal vento.
con l’auto ho attraversato la città. vie e piazze spopolate.
i tram fermi o vuoti. in ufficio nessuno.
nessuno da mio cognato, nessuno a casa di Augusto. gli appartamenti abbandonati.
ho puntato verso l’aeroporto. un jet sulla pista.
fortuna di avere il brevetto di pilota.
mi sono levato in volo. Parigi. Atene. Tokyo. New York.
non un’anima.
vuoto.
deserto.
sul banco di un bar di Adelaide trovo una fotografia.
ci sono tutti.
cinque miliardi di persone che mi fanno ciao con la mano…
sotto una scritta: Addio, testa di cazzo, buon natale!
d’accordo, però andarsene così, senza dire niente.
che figli di puttana…

Annunci

From → Stralci

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: