Vai al contenuto

10 consigli utili per far finta di aver visto Star Wars

dicembre 20, 2015

schermata_2015-04-16_alle_205146_png_1003x0_crop_q85.jpg

..o per parlarne con pertinenza come se foste dei nerd.

1 – il vero nerd non fa spoiler. non rivela niente di quello che succede nel film anche a chi l’ha già visto: è un patto segreto. si passa direttamente dal non parlarne a citare la scena a memoria.
comunque in questi punti qualche spoiler scapperà, quindi andate avanti a vostro rischio..

2 – bisogna dire di aver passato notti insonni perché si sospettava (e a dire il vero ancora si sospetta) che Luke Skywalker, il protagonista della vecchia trilogia originale fosse il cattivo, il nuovo “villain”.
c’è chi giura di aver sentito qualche nota della Marcia Imperiale nella musica che accompagna l’unica comparsa nel film di Mark Hammil.
di fatto non compare nella locandina.

3 – la competenza assoluta sul film passa dai buchi, volutamente lasciati, di sceneggiatura: ovvero chi sono i genitori dei due protagonisti, come facesse Maz Kanata (ma io Lupita l’avrei usata al naturale) ad avere una spada laser, come mai Max Von Sydow fa un personaggio apparentemente insignificante, come mai C-3PO ha un braccio rosso, cosa è “il Risveglio”, e soprattutto quanti aperitivi s’è bevuta la Principessa Leia

4 – il vero fan sa alla perfezione che Darth Fenner in realtà si è sempre chiamato Darth Vader (ma davvero l’hanno cambiato perché somigliava a Water?) Leila è sempre stata Leia, C1P8 è R2D2, e l’adattamento originale di De Leonardis e Maldesi ha delle imperfezioni e degli errori di traduzione giganteschi.
non è l’unico film ad aver subito questo destino, ma non consola.
nella trilogia nata nel 1979 i doppiatori erano attori di teatro, Ottavia Piccolo, Massimo Foschi, Glauco Mauri, Silvio Spaccesi, Stefano Satta Flores, mentre nella trilogia del 99 i doppiatori e gli adattamenti dei dialoghi sono di gran lunga più scadenti, e anche questa versione difetta di fischi di dentiere, i fulminatori diventano blaster, Vader diventa Veider, all’inglese, e il nuovo droide viene definito “classificato”, che nessuno sa cosa voglia dire.
il vero nerd consiglierà la visione del film unicamente in lingua originale, come per tutti i film stranieri
un luogo comune equiparabile a quando si dice che il libro è meglio del film. (ovviamente va visto in 2D)

5 – per quanto sia per me inconcepibile, ci sono persone senzienti al mondo che non hanno mai visto almeno un film della serie, oppure (come sospetto) lo hanno visto e non lo hanno tanto capito.
peggio ancora sono quelli, presunti amanti di Baudelaire o semplicemente neo catecumenali del negazionismo, che si vantano di non aver mai avuto contatti col genere e vivono questa loro condizione di radical chic cinematografici  cercando di esaltare, nel silenzio generale, altri film, di nicchia, di solito orientali o dell’est europeo; roba noiosissima che ha fatto schifo anche a loro.
per i veri fan, questi detrattori esistono solo in una realtà parallela, di solito non ci si accorge della loro presenza, perciò se ne incontrano uno lo guardano con lo sguardo della vacca che guarda il treno.

6 – la sorpresa di questo nuovo film è che si tratta di un sequel diretto della trilogia originale, una cosa impensabile fino a qualche anno fa.
sarebbe come se, a distanza di secoli, potessimo vedere le gesta successive all’ultimo capitolo dei sopravvissuti dell’Orlando Furioso o della Gerusalemme Liberata.

7 – il vero fan fa scattare l’applauso al cinema appena compaiono Ian Solo e Chewbacca. i migliori di noi si sono commossi all’arrivo del Millenium Falcone hanno visto il trailer almeno 15 volte il primo giorno (e quindi fanno parte dei 112 milioni che l’hanno fatto le prime 24 ore)

8 – Star Wars (anzi Guerre Stellari) non è fantascienza, ma fantasy, perché la scritta “tanto tempo fa in una galassia lontana lontana” parla chiaro.
in più è stato il primo film a sporcare le astronavi, a non sfruttare l’ultima generazione di effetti speciali, e a concentrare i dialoghi su saghe familiari e divagazioni ondivaghe post religiose.
i più fissati di noi riguardano la trilogia antica solo senza aggiunte digitali postume, e considerano il trittico Vader, Yoda, Ben Kenobi, solo nella prima formazione, cioè senza Hayden Crystensen.
ma solo perché come attore era un cane senza appello.

9 – quando Rey tocca la spada laser per la prima volta, si sente chiamare; e quella voce è di Ewan mcGregor, giovane Obi Wan.
Daniel Craig, l’ultimo James Bond, reduce dal deludente episodio romano, recita nel ruolo dello Stormtrooper. sua l’immortale frase: “ti legherò più stretta, feccia che vende rottami”.
Simon Pegg, appare nel film ma nessuno lo riconosce.
E Daisy Ridley ha già letto il trattamento dell’episodio 9, che non è detto sia l’ultimo.

10 – “Il film è molto bello, quasi un capolavoro, la Disney non ha avuto nessuna influenza nefasta e gli attori, stavolta, sono tutti bravissimi e in parte.
la delicatezza di questo film fa dimenticare la ridondanza e la pedanteria della trilogia precedente ed è un film destinato ad abbattere qualsiasi record (compreso il merchandise esagerato).
JJ Abrams è un genio e Mel Brooks realizzerà un nuovo Balle Spaziali.”

se dite così tutti vi crederanno, tranne me.

schermata_2015-04-16_alle_204541_png_1003x0_crop_q85.jpg

Annunci

From → Idee

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: