Vai al contenuto

Sottigliezze amare

agosto 4, 2016

SOTTIGLIEZZE AMARE
(uno spettacolo tra teatro e circo)

EURINOME NON SA DOVE POGGIARE i PIEDI

All’inizio c’è il Caos
Solo Caos
Dal Caos nasce Eurinome,
la ballerina che ha tanta voglia di danzare
ma nessun posto dove appoggiare i piedi.
Ciao piedi..
Non salta
Non vola
Non si esalta
Non abbraccia
Non ambisce
Non esiste
Non ancora.

Fermami
Ti prego
Fermami.

EURINOME DIVIDE il CIELO

Eurinome decide di dividere il Cielo dal mare e comincia a volteggiare sulle onde, fino a creare un vortice intorno al proprio corpo.
Non smette di girare
Non smette di volere
Non smette di cercare per terra

Ancora non tocco per terra
Ti prego: aiutami
pesca la cosa migliore
infila la mano nel barattolo
e con la mano scegli
non affidarti alla ruvidità
ne al calore delle cose
non alla forma
non al peso
ma trattieni il respiro
e scegli
è una specie di pesca di beneficenza
(solo che la beneficenza è per me)
una specie di luna park
(solo che sulla luna ci vado io)
una specie di gioco
(indovina chi fa le regole?)
una specie di specie..
e adesso?

tira fuori la mano dal barattolo
– attenta a farlo con cautela –
tieni stretto in mano quello che hai pescato
e, ancora chiuso,
mostralo a tutti
tranne che a me.
poi,
se vuoi,
quando puoi,
aprilo e leggilo
– di nascosto mi raccomando –
e dimmi
cosa c’è scritto..
il barattolo è trasparente
con una targhetta vintage
in metallo
che riporta la scritta
BonBon (bonjour)
e mi riporta alla follia
e alla bramosia
e a altre cose che non ti dico
e infilo la mano sinistra,
e con il braccialetto chenonho
sfilo il maglione
che oggi è bianco
e leggero
anche se non è tempo
di starsene vestita leggera
chissenefrega
reggo il barattolo con la destra
e che faccio? leggo?
con leggiadria
il leggio cade
e le note si rovesciano
e il sol diventa una luna,
pocomale
la mano ha afferrato,
la mente pure,
un angolo del bigliettino
spunta dalla mano,
vicino al mignolo
-che è l’ottavo nano
(non mi piacciono i nani,
chè il mio corpo è alto
e altro che non ti posso dire)
l’ottavo nano mi fa l’occhiolino,
io lottavo tra
leggere non leggere
questo è lo stratagemma
e ho una gemma verde in tasca,
e ricordo i film di giuliano gemma,
-sorrido.
Leggo,
e ti dò retta per una volta,
e leggo di nascosto:
500 g farina bianca
sale
1 bustina d lievito pizzaiolo
40 g di strutto o burro
250 ml di acqua
500 g formaggio tipo stracchino magro
1 mazzetto di rucola
pepe
prosciutto crudo
bicarbonato di sodio..
Giro su me stesso
ripetutamente
per ore, giorni, minuti..

1642ff06315a2e19eae257f713bab1ef

EURINOME CREA OFIONE

Da questo vortice nasce Borea, il vento.
Il vento diventa sempre più forte.
Soffia
Soffre
Sopprime sentimentalismi.
Eurinome allora prende il vento, lo strizza come uno straccio e lo trasforma in un serpente, lo chiama Ofione.
Da Eurinome e Ofione nasce l’Uovo Universale.
Dall’Uovo Universale escono tutte le meraviglie del creato e Eurinome e
Ofione si stabiliscono in una reggia sul Monte Olimpo.

SVARIATI SECONDI

94.608.111 secondi che non ti vedo
94.608.112 secondi che non so niente di te
94.608.113 secondi che non sento se respiri
94.608.114 secondi che non ti sfioro
94.608.115 secondi che sei lontana
94.608.116 secondi che ho smesso di guardarti
94.608.117 secondi che ho dimenticato come sei fatta
94.608.118 secondi che non ti bacio
94.608.119 secondi che non sento il tuo odore
94.608.120 secondi che sto già molto meglio..
94.608.121 secondi da quando ho capito che sarà bello contare i secondi che ci allontanano

EURINOME contro OFIONE

Un giorno Ofione dice: -Devo io sedere sul trono, perché io sono il
creatore dell’universo!-
Eurinome, furibonda, urla: -Come osi, serpente? Senza di me non
saresti stato nulla. Io devo sedermi sul trono e governare tutto!

Non fumo, sfumo.

33549983f02493d11c8f5e1e24c00766

PELASGO

I due lottano violentemente: Eurinome, con un calcio, fa cadere tutti i denti di Ofione.
Toccando la terra i denti del serpente si trasformano in esseri umani, il
primo uomo si chiama Pelasgo.
È una donna.

l’ASSOLUZIONE dei PECCATI

verbale numero nove
suicidio dimostrativo
registrazione di ogni azione
anche di quelle inesistenti:
non c’è profondità
niente è vissuto fino in fondo
l’amore di cui parli
è un altra qualità dell’amarsi
e forse non è mai esistito.
pianto registrato
singhiozzi simulati
pessimismo espresso a ventate
proposte di distruzione
velleità attoriali poco sfruttate
..per fortuna.
non serve
non funziona
non mi preoccupa
non c’è ragione
non trovo altro
non c’è profondità.
dispersione dei pensieri
ripetizioni volontarie
flessione dello stato vitale
niente scompare a caso.
sono corrompibile
opponibile
riciclabile
opinabile
riformabile
sequestrabile
condannabile
ma non colpevole.
soprattutto non ingannabile.
so che ci sei,
so che ci sei stato,
so che sei esistito,
ma se continui a parlare per citazioni
guro che ti ammazzo.
fine del verbale
cade la neve
pubblicità.

Ora Eurinome cammina
da sola.

——————–

21 novembre 2015 – foto di Fabio Bruschi

Annunci

From → Stralci

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: