Skip to content

vaga ammissione di snobbismo radical pop

maggio 24, 2017

spesso,
non sopporto gli attori e i registi,
con cognizione di causa:
non sopporto gli attori snob, con la puzza sotto il naso qualsiasi cosa li sfiori,
e quelli che non hanno la televisione, e per di più, se ne vantano.
non sopporto i registi che non studiano e che non conoscono i testi fondamentali,
e quelli che non vanno mai a teatro da spettatori;
peggio ancora gli insegnanti di recitazione e regia che si vantano apertamente di non andare a teatro da almeno 30 anni.
non sopporto gli egoriferiti ed egocentrici, che parlano sempre di se stessi, anche in terza persona, e quando ti chiedono di te è solo per sapere cosa pensi di loro.
non sopporto chi copia e chi mistifica, chi si appropria delle idee altrui e le spaccia per proprie,
trascendendo anche la giustificazione minima della citazione.
non sopporto gli esterofili, che in america fanno tutto meglio e i loro metodi sono migliori dei nostri e quindi dobbiamo scappare altrove.
tutti, poi, tornano. sempre.
non sopporto chi si lamenta in continuazione
(me compreso nei periodi più bui della mia esistenza),
e chi condisce ogni suo giudizio con i tratti inconfondibili dell’invidia.
non sopporto gli indolenti di natura, i pigri e gli abulici,
i ministeriali di professione che non si spendono più del dovuto e i ritardatari cronici;
non li sopporto perché si approfittano della passione altrui per sdoganare l’ombra della loro.
non sopporto gli attori che scroccano i passaggi, i libri e le colazioni.
non sopporto chi fa della beneficenza per potersi mettere in mostra e chi ha avuto la possibilità di mantenersi con un alto profilo e ora ha bisogno della beneficenza per vivere.
anche se una legge per gli artisti indigenti, secondo me, è più che necessaria..
non sopporto i nullafacenti e i benestanti che dicono di essere depressi solo per attirare nuovamente l’attenzione su di se.
quelli che stanno sempre male e quelli che si specchiano continuamente.
non sopporto l’approssimazione, il qualunquismo, le divisioni settarie e l’ignoranza;
il pettegolezzo professionale, chi non si lava, le prese in giro e chi fa solo teatro sociale;
la lentezza, il cinismo, gli insulti e chi specula per arricchirsi, riducendo chi di questo lavoro ha fatto una scelta di vita, alla fame.
non sopporto la maggior parte delle persone che fa parte del mio mondo,
ma amo chi sopporta me.
molto.

IMG_9148 (1)
the dorothy circus gallery exibition

Annunci

From → Idee

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: